La provincia di Terra del Fuoco ( spagnolo per “Terra del Fuoco”; pronuncia spagnola: tjera del fwego); ufficialmente Provincia de Tierra del Fuego, Antártida e Islas del Atlántico Sur) è un argentino provincia. Separata dalla terraferma Argentina dallo Stretto di Magellano , è l’unica provincia argentina senza terra sul continente sudamericano. La provincia è divisa in quattro dipartimenti , con solo i due sulla parte orientale della Isla Grande della Terra del Fuoco arcipelago sotto amministrazione argentino indiscusso. Questa zona comprende il capoluogo Ushuaia e un confine con la provincia cilena della Terra del Fuoco ) e comprende anche Staten Island ad est. Gli altri due dipartimenti sono, rispettivamente, le affermazioni di Argentina per il British-somministrato Isole Falkland (sotto il loro nome in lingua spagnola, Malvine) e della Georgia del Sud e isole Sandwich del Sud , e la pretesa argentina in Antartide , che è sospeso sotto il Trattato Antartico (come tutte le altre rivendicazioni territoriali antartiche). La provincia fu abitata da popolazioni indigene oltre 12.000 anni fa e la prima scoperta da un europeo nel 1520, quando avvistati da Ferdinando Magellano. Tuttavia, il territorio rimase sotto il controllo indigeno fino alla Conquista del Deserto nel 1870, che ha provocato la fase di costituzione come territorio nel 1885. L’immigrazione europea ha seguito a causa di una corsa all’oro. Terra del Fuoco è stato il territorio argentino più recente per ottenere lo status di provincia, nel 1990.

Storia
La più giovane delle province argentine fu abitata intorno a 12.000 anni fa. Quando i primi europei arrivarono, incontrarono una popolazione di circa 10.000 persone indigene appartenenti a quattro tribù: Yamana, Alakaluf, Selk’nam e Manek’enk ( Haush .) Dai suoi 50 anni dalla scoperta, solo circa 350 indigeni rimasero a causa per le malattie come il vaiolo ed il morbillo che aveva devastato queste tribù, così come lo sterminio commesso dai coloni. La città capoluogo di provincia è Ushuaia , da una parola che significa in lingua nativa “baia verso la fine”. Il territorio è stato scoperto dagli europei nel 1520 durante la spedizione del colonizzatore spagnolo Ferdinando Magellano che ha chiamato la zona Terra dei Fuma (poi cambiato in Terra del Fuoco) quando vide ciò che erano probabilmente i fuochi prodotti dalle popolazioni locali per darsi calore.
I colonizzatori Juan de Alderete nel 1555 e più tardi Pedro Sarmiento de Gamboa sono sbarcati in queste coste con l’intenzione di fondare insediamenti nella zona, ma l’inclemenza del tempo e dei continui attacchi dei pirati britannici, hanno preso Sarmiento de Gamboa prigioniero e frustrate le loro ambizioni. Più tardi, esploratori spagnoli, olandesi, inglesi e francesi si sono avventurati sull’isola della Terra del Fuoco ed i suoi mari circostanti. Prima di tutti il colonizzatore Gabriel de Castilla ha attraversato questi luoghi prima di esplorare le isole antartiche, mentre successivamente Robert FitzRoy e Charles Darwin hanno esplorato per tanti anni questa terra ed altre parti della Patagonia. Nel 1828 l’Argentina ha stabilito una colonia penale a Puerto Luis sul Isole Falkland , ma nel 1833 il britannico ha inviato una task force navale per richiedere che il rappresentante argentino delle isole, José María Pinedo, e le forze argentine lasciassero le isole. Le tribù indigena dei Selknams, o Onas, che tradizionalmente hanno dato grande valore di amabilità erano i nativi più numerosi dell’isola finché i loro numeri sono stati ridotti per malattia e genocidio nei secoli XIX e XX.
Luis Piedrabuena installa una base a San Juan de Salvamento sulla Isla de los Estados. Gli inglesi nella Missione in Patagonia, sotto gli ordini del suo sovrintendente Waite Stirling, fondano Ushuaia come una missione anglicana nel 1869 ma poco dopo i missionari salesiani fondarono Río Grande.
Nel 1880 il governo argentino ha preso un interesse più attivo nella Terra del Fuoco e nel 1881, il meridiano 68° 36’38 W è stato definito come il confine tra il Cile ai lati argentini dell’isola. Nel 1884 è stato creato il governo della Terra del Fuoco a una sottoprefettura ed è stata stabilita Ushuaia come la sua capitale.
La parte meridionale del Canale di Beagle era un problema di conflitto tra i due stati, specialmente per quanto riguarda tre piccole isole, Picton, Lennox e Nueva, che sono state date al Cile per decisione del mediatore della Corona britannica nel 1977, rivista questa decisione da Papa Giovanni Paolo II e ratificata dal trattato nel 1985. Quando gli equipaggi dei velieri detto della notoriamente pericoloso viaggio intorno alla punta del Sud America, Terra del Fuoco è diventato un sinonimo in Europa per una terra inospitale, dove la vita sarebbe incredibilmente dura per i coloni. In realtà, però, non è affatto la più bassa densità di popolazione della provincia Argentina. La sua densità abitativa di 4,75 / km ² è infatti superiore a cinque altre province, a causa di varie ondate di immigrazione. L’allevamento di pecore è l’unica attività importante dell’isola e sono state eclissate dalla flessione del mercato della lana globale tanto quanto dal petrolio e dal gas. La febbre dell’oro ha iniziato nella Terra del Fuoco intorno 1883. Molti croati dalla costa della Dalmazia sono arrivati in questa zona in cerca di oro. La corsa all’oro ha portato con sé alcune innovazioni come il telegrafo, oltre ad una ondata di immigrati. Anche se nel 1910 l’oro aveva esaurito, la maggior parte dei pionieri soggiornato. L’infauste immagine delle pianure del nord si sono dimostrati paesi ideali per la pastorizia e così i vasti ranch sorsero. Croati, scozzesi, baschi, italiani, galiziani e immigranti cileni sono arrivati a lavorare nelle estancias ed a costruire i propri possedimenti terrieri. Con la creazione della Gobernación Marítima de Tierra del Fuego, nel 1943, la costruzione di basi navali iniziato a Ushuaia e Río Grande , così come un aeroporto e di altre infrastrutture. Questo ha portato gli immigrati provenienti da altri paesi, così come in altre parti dell’Argentina. Non è stato fino al 1990 che il “Territorio Nazionale della Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell’Atlantico del Sud” è stato dichiarato una provincia, e il suo primo governatore fu nominato due anni dopo. Come risultato di uccisioni e di malattia, nel 1920 la amerindi popolazione dell’isola era sceso a solo 200. Le notizie dei responsabili di queste atrocità hanno raggiunto il Congresso Federale a Buenos Aires, che ha cercato di aiutare la missione salesiana , l’unica istituzione che lavora nell’isola per proteggerli.

Pages: 1 2

Documenti associazione

Amministrazione

Clima Buenos Aires

24 giugno 2019, 06:58
Parzialmente Coperto
Parzialmente Coperto
17°C
Vento: 2 m/s SSO